Innovazione e flessibilità: il PLM

Articolo redatto da One Team, Autodesk Platinum Partner.

Cosa fa un PLM?

In passato l’implementazione delle tecnologie PLM comportava processi così complessi da essere utilizzati solo nelle grandi aziende. Oggi invece, sono mature: si parla sempre di più di piattaforme in cloud, semplici da usare e veloci da implementare.
Il PLM (Product Lifecycle Management) è una soluzione per la gestione di tutto ciò che riguarda il lifecycle di un prodotto, dai dati di progetto alle informazioni legate al suo fine-vita. Un aspetto estremamente importante è infatti lo smaltimento del prodotto, anche in ottica di sostenibilità, poiché fornisce informazioni sul tipo di impatto che questo può avere sull’ambiente. Il PLM permette anche di tracciare il prodotto dopo che è stato portato sul mercato, raccogliendo dati sul suo funzionamento con lo scopo sia di identificare criticità, sia di migliorare il prodotto in futuro.
L’Ing. Davide Cameroni, Account Manager Manufacturing di One Team, definisce il PLM come una soluzione circolare: “La forza di questo tipo di soluzioni è proprio nella sua ciclicità. Non si limita a gestire l’intero percorso, ma lo fa ripartire, migliorandolo ogni volta grazie alla gestione di tutte le informazioni generate durante il ciclo di vita del prodotto”.
 

Il PLM di Autodesk: Fusion 360 Manage

La soluzione PLM di Autodesk, Fusion 360 Manage, nativa cloud, è stata sviluppata con l’obiettivo di rendere la gestione del ciclo di vita del prodotto più flessibile e snella. Questo applicativo permette l’interazione tra persone, processi e condivisione di informazioni, a prescindere dalla posizione geografica.
“Autodesk ha avuto modo di sviluppare soluzioni PLM più fresche, native cloud, che consentono un approccio più agile e flessibile e che mettono immediatamente l’utente in condizioni di essere operativo”, spiega Davide Cameroni.

Si tratta di una piattaforma indipendente dall’hardware, accessibile da browser con qualsiasi device, permettendo un utilizzo estremamente intuitivo. Una soluzione già pronta all’uso che non implica procedure di configurazione complesse e non necessita di lunghi tempi di training.
“Fusion 360 Manage di Autodesk” afferma Cameroni “è un tipo soluzione estremamente versatile, che non ha la rigidità tipica dei sistemi PLM più tradizionali. Questo perché il cloud rende molto più flessibile e agevole l’utilizzo del dato, sia in termini di file e documenti, sia nell’organizzazione dei task e dei flussi di lavoro”.
 

One Team

Le caratteristiche di Fusion 360 Manage

Fusion 360 Manage presenta una serie di caratteristiche che rispondono alle esigenze di un nuovo modello di impresa. Eccone alcune:

  • configurazione dei processi veloce e intuitiva con funzionalità semplici e intuitive;
  • gestione e condivisione centralizzate delle distinte componenti strutturate;
  • gestione rapida delle modifiche;
  • connettività costante per una collaborazione fluida con i fornitori, consentendo loro di rimanere collegati alla catena di approvvigionamento 24/7;
  • controllo degli accessi;
  • gestione della qualità, per prevenire le criticità e per garantire la conformità del prodotto;
  • integrazione con altri sistemi presenti in azienda, come ERP, CRM e PDM;
  • scalabilità ed estendibilità delle sue funzioni.

Fusion 360 Manage è una piattaforma innovativa e in linea con i trend tecnologici, che puntano sulla fruibilità e l’usabilità.

L’adozione delle diverse tecnologie informatiche si sta allontanando dalla logica dell’on-premise, che implica l’installazione e il mantenimento dell’apparato IT in sede. Ci stiamo avvicinando sempre più, invece, ad un modello di servitization, ossia il passaggio dalla vendita di un prodotto alla vendita di un servizio.

One Team