Autodesk VRED | Visualizzazione 3D e Prototipazione Virtuale

Articolo redatto da QS Infor, Autodesk Gold Partner.
 

Uno sguardo al Virtual Reality Editor, il software di visualizzazione 3D e prototipazione virtuale targato Autodesk.

Il mondo del design industriale sta beneficiando enormemente della diffusione di tecnologie immersive quali realtà virtuale, realtà aumentata e realtà mista, in ambito di sviluppo prototipi così come di presentazione prodotto. I campi di applicazione di queste tecnologie nel mondo della progettazione sono molteplici, e Autodesk VRED è un software pensato proprio per rispondere alle esigenze di designer, progettisti e professionisti dell’automotive e del manufacturing in generale.

Cos’è Autodesk VRED?

Autodesk VRED è un software che permette di trasformare modelli 3D provenienti dalla progettazione CAD in contenuti digitali 3D anche interattivi. I modelli 3D ottenuti sono estremamente fotorealistici e possono essere modificati applicando, ad esempio, materiali e colori in maniera veloce e intuitiva, attingendo da vaste librerie di contenuti. VRED permette quindi la progettazione di prototipi in tempo reale all’interno di ambienti ad altissima definizione, dove i modelli interagiscono realisticamente con le luci e gli altri elementi che lo circondano.

Per chi è stato pensato?

Uno dei punti cardine alla base di Autodesk VRED è la semplicità di utilizzo di questo software. Molte aziende di manufacturing non impiegano figure altamente specializzate nel campo del design industriale, con capacità di utilizzo di software di modellazione e rendering complessi. Virtual Reality Editor permette di partire dal formato CAD, molto più accessibile alla maggior parte dei progettisti, traducendo modelli pre-esistenti e “completandoli” tramite semplici funzioni di Drag&Drop, attingendo da librerie di ambienti, materiali, colori e animazioni.

 

Il Prototipo Virtuale (Digital Twin)

Esistono innumerevoli vantaggi nel poter progettare e presentare un prototipo all’interno di un ambiente virtuale. Non sempre, infatti, è possibile creare un prototipo fisico, soprattutto per piccole o medie aziende, ma anche per grandi aziende del manufacturing che realizzano componenti estremamente complessi, dispendiosi o ingombranti, la cui costruzione richiederebbe la realizzazione di linee per la produzione in serie. Allo stesso tempo, non tutti sono in grado di guardare un progetto CAD e capire a pieno il funzionamento e le potenzialità del prodotto che hanno di fronte.

Creare un prototipo virtuale, chiamato anche digital twin, apre le porte a nuovi livelli di interazione in fase di progettazione e presentazione prodotto, una qualità di particolare interesse nel caso di presentazioni a investitori e stakeholder esterni in generale. I vantaggi però non si limitano alle fasi di comunicazione, anche in fase di progettazione, infatti, la visualizzazione di un prototipo virtuale 3D fotorealistico facilita il dialogo e l’insorgenza di idee, grazie a un reale impatto visivo che aiuta a valutare accessibilità, sicurezza e funzionalità.

 

Real Time Rendering e Presentazione Prodotto

Una volta convertito e rifinito il prototipo virtuale, VRED permette agli utenti di presentare il digital twin in maniera efficace e dal fortissimo impatto visivo e di creare prototipi virtuali 3D, partendo da modelli CAD 3D e convertendoli nel nuovo formato. Il Virtual Reality Editor di Autodesk consente di creare digital twin animati, simulandone i movimenti in tempo reale grazie, appunto, al real time rendering. Questa tecnologia facilita la creazione di presentazioni dal fortissimo impatto visivo, andando a posizionare i prototipi virtuali all’interno di ambienti fotorealistici e animandoli nel fedele rispetto dei principi di meccanica, mostrandone chiaramente il funzionamento ed evidenziandone le potenzialità.

Librerie Integrate

In fase di costruzione dei prototipi virtuali, gli utenti possono attingere a vaste librerie di materiali quali vetro, vernici, metalli, plastica, pelle, e molti altri. Anche la creazione degli ambienti è altamente personalizzabile, permettendo agli utenti di creare veri e propri set caratterizzati dalla presenza di luci e riflessi, di cui è possibile controllare la densità, il colore e la gradualità. Autodesk VRED non lascia niente al caso, consentendo di preparare presentazioni dal forte impatto visivo anche in mancanza di set fisici, di tecnici specializzati e delle numerose attrezzature tradizionalmente richieste per questo tipo di attività. In questo senso, Autodesk VRED non è solamente un laboratorio virtuale, ma anche uno showroom vero e proprio, accessibile ovunque e in qualsiasi momento, ad una frazione dei costi di setup e gestione.

Per scoprire le potenzialità di VRED consulta la Playlist di QS Infor su Youtube.

Per avere maggiori informazioni sul software richiedi la demo sul sito QS Infor

QS Infor