Autodesk Inventor 2024: Focus su “Lavorazione di Finitura”

Articolo redatto da NTI, Autodesk Platinum Partner.  

Le novità introdotte nella nuova release di Inventor oltre che essere numerose, presentano:
• Miglioramenti di tools già esistenti (come la Lavorazione di Marcatura)
• Miglioramenti di gestione della grafica (come le sezioni modificabili e configurabili)
• Integrazione di veri e propri nuovi strumenti come la Lavorazione di Finitura, strumento sul quale farò un focus proprio sull’articolo che state leggendo

Inventor 2024: la Lavorazione di Finitura

Ho deciso di strutturare questo articolo con una serie di domande e risposte: le prime avranno l’obiettivo di scoprire insieme quelle che sono le caratteristiche e gli aspetti più interessanti da approfondire, indagando su di esse al fine di dare tutti gli strumenti necessari alla realizzazione di un progetto.

Cos’è la Lavorazione di Finitura?

Il tool di Finitura è uno strumento ideato per gestire con facilità e con notevole flessibilità le Proprietà di Finitura di:

  • Parti
  • Assiemi
  • Lamiere – Modello piegato
  • Assieme saldati

Dove per Proprietà di Finitura si intendono aspetto, rivestimento materiale e trattamento superficiale, stati della superficie (per esempio una lavorazione di rettifica) e verniciatura

Strumento Finitura in Inventor: dove si trova?

Il tool Finitura è avviabile tramite la seguente icona:

NKE

Si tratta di uno strumento raggiungibile all’interno della Toolbar di Inventor nelle seguenti Schede, a seconda del Template in uso:

  • Parti (Scheda “Modello 3D” > “Modifica”)
  • Assiemi (Scheda “Assembla” > “Aspetto”)
  • Lamiere – Modello piegato (Scheda “Strumenti” > “Finitura”)
  • Assieme saldati (Scheda “Strumenti” > “Materiale e aspetto”)
Come si presenta, contenuti e assegnazione di una Finitura a un elemento.

All’avvio dello strumento Finitura viene visualizzato il seguente Gruppo di Proprietà, che tramite le icone evidenziate dà l’accesso ai differenti tipi di gestione di finitura.

NKE

NKE


Per accedere al tool Finitura è necessario avere un documento 3D aperto come una parte, un assieme, una lamiera, o un assieme saldato.

NKE

NKE


In questo esempio assegno una Finitura di tipo Trattamento Superficiale. Per effettuare l’assegnazione Seleziono le superfici da sottoporre a tale trattamento…

NKE


… E proseguo quindi con l’inserimento con la compilazione delle opzioni rimanenti all’interno dello stesso Gruppo di Proprietà.
Scegliendo per esempio una finitura di tipo Superficiale devo decidere anche:

  • Processo
  • Aspetto
  • Descrizione
  • Descrizione breve (facoltativo)
  • Durezza
  • Profondità
  • Commento (facoltativo)

Vedi immagine seguente.

NKE


Quest’ultimo passaggio consente ad Inventor di modificare l’aspetto delle superfici selezionate, e di creare all’interno del Browser modello una nuova cartella denominata Finiture. Questa cartella a sua volta contiene il nodo relativo alla Lavorazione di Finitura che è stata scelta (nel nostro caso un Trattamento Superficiale).
La cartella Finitura è in grado di contenere diverse Lavorazioni di Finitura: su un elemento infatti è possibile effettuare più Lavorazioni di questo tipo. Ogni lavorazione che viene creata, genera un corrispettivo nodo che viene visualizzato all’interno della stessa cartella Finiture all’interno del Browser modello.
Nodo che può essere eventualmente modificato tramite selezione, successivo click destro del mouse, e cliccando infine su Modifica Lavorazione. Le lavorazioni di Finitura vengono ordinate secondo l’ordine di creazione, ma è possibile modificarne la sequenza con un semplice trascinamento. Per la sua natura, la finitura di tipo Trattamento Superficiale riporta tra i parametri anche quello della Durezza. Il trattamento termico superficiale viene infatti eseguito proprio per modificare le qualità superficiali e le proprietà meccaniche come la durezza, la resistenza alla corrosione e all’usura, ecc..

Sempre come anticipato nello scorso articolo relativo alle novità della Release 2024, Inventor 2024 è in grado di gestire anche i parametri relativi alle Durezze:

  • Brinell (HB)
  • Knoop (HK)
  • Rockwell (HRA)
  • Rockwell (HRB)
  • Rockwell (HRC)
  • Vickers (HV)
Dal 3D al 2D: come utilizzare le proprietà di Finitura annidate all’interno del nodo della stessa lavorazione?

Il fatto di avere un nodo rappresentato nel Browser modello non solo fornisce una possibilità successiva di modifica. Ma come per diversi altri casi, anche questo nodo diventa anche un “dispensatore di informazioni e di proprietà”.
Volendo infatti visualizzarne i suoi contenuti (parametri) all’interno di una messa in tavola, è sufficiente passare da un inserimento di un testo (nel caso dell’esempio qui sotto riportato una Nota con direttrice) , quindi selezionare come Tipo Parametri – Finitura, come Fonte il modello in oggetto, e come Parametro uno o più parametri di quelli elencati selezionandone uno alla volta, e premendo di volta in volta l’icona Aggiungi parametro.

NKE

NKE

Nell’esempio sotto riportato è stato scelto di visualizzare la proprietà “Description”.

NKE


Con quest’ultima immagine concludo questo articolo.

Nel caso avessi la necessità di avere maggiori informazioni riguardanti i prodotti Autodesk, o se fossi alla ricerca di un piano formativo anche personalizzato, o di una assistenza, ti invito a contattarci. Sarai così messo in contatto con i nostri tecnici o con i nostri commerciali, a seconda della natura della tua richiesta.